Giocare tanto con poco: il gioco dell’elastico

gioco dell'elastico

A questo gioco sì, quando inizierete a giocarci vi sarà difficile smettere, eppure vi servirà davvero poco, questa è anche la sua bellezza!

Chi di noi non ha giocato da bambino al gioco dell’elastico? Io ci giocavo, mi ricordo, interi pomeriggi ai giardinetti con le amiche.

Non si sa bene chi lo abbia inventato certo è che, un po’ come tutti quei giochi che si fanno con i tappi delle bottiglie, anche questo nasce dal ‘ritrovamento’ di un oggetto affascinante in un cassetto dimenticato e dalla fantasia di qualche bambino che ha inventato il gioco. Si trattava spesso dell’elastico che utilizzavano le nonne per aggiustare le mutande ‘smollate’.

Il gioco dell’elastico si fa di solito all’aperto o in uno spazio piuttosto grande circa 25 mq.

Se avete voglia di provare a giocare leggete qui di seguito, vi consiglio di farlo provare ai vostri figli perchè vi assicuro che si divertiranno da matti.

  • Occorrente:

    1 elastico lungo circa 3m e 50
    Almeno 3 giocatori
    Spazio di gioco

  • Come si gioca:

    Si legheranno insieme le due estremità dell’elastico, due giocatori si metteranno uno di fronte l’altro con l’elastico alle caviglie creando un rettangolo, il terzo giocatore si metterà tra loro e dovrà fare delle figure predefinite. Una volta terminati i movimenti l’elastico sarà posizionato all’altezza delle ginocchia, poi sulle cosce, poi sui fianchi, poi sotto le braccia ed infine sulle braccia alzate. Il giocatore che commette errori durante la sequenza darà il cambio a uno dei due che tiene l’elastico. Per iniziare si potranno fare le figure che trovate qui di seguito, di solito però se ne prevede una sequenza per ogni cambio di altezza dell’elastico.

    Ecco la prima sequenza di esempio: si partirà dal lato dell’elastico a gambe unite (GU); GU tra i due elastici; si segue poi a gambe aperte (GA) con i due piedi esterni all’elastico, si rientra GU tra i due elastici; piede sinistro fuori e piede destro dentro; ritornare a GU; piede destro fuori e piede sinistro dentro, ritorno GU; i due piedi sugli elastici e ritorno GU; saltare fuori GA e unire le gambe con l’elastico tra i piedi, mettere un piede avanti e uno indietro e saltare facendo una giravolta con l’elastico tra le caviglie; saltare di nuovo cercando di atterrare GU tra i due elastici.

Potrebbe sembrare un po’ un’acrobazia ma non lo è, fatelo provare ai vostri bambini vedrete come si divertiranno e se ne avrete la forza potreste provarci anche voi, saltellare fa sorridere tutti, anche i più barbosi.

Ah mi raccomando, giocatori minimalisti, se avete altre sequenze o regole da suggerire fate pure, in questi giorni mi sono confrontata con amici e ‘compagni di gioco’ e i pareri e le memorie erano discordanti, quindi dite pure la vostra :).

Vai con le sequenze, al prossimo gioco minimalista tra una settimana su Minimà!

Annunci

2 commenti on “Giocare tanto con poco: il gioco dell’elastico”

  1. carolina ha detto:

    …per chi di ombrelli ne ha ancora più di uno solo e mal funzionante… che ne dici del vecchio gioco della casa “reggia!” con gli ombrelli dentro casa?…… a prova di superstiziosi!!! ciao:)

  2. It’s a shame you don’t have a donate button! I’d definitely donate to this brilliant blog! I guess for now i’ll settle
    for book-marking and adding your RSS feed to my Google account.
    I look forward to new updates and will share this blog with my Facebook group.
    Chat soon!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...