La necessità di avere del tempo per non far nulla

Francesca Rendano

Sveglia alle 7, vado in camera sua, lo chiamo e vado in bagno. Mi guardo allo specchio, mi lavo, esco dal bagno e lo chiamo di nuovo. Vado in camera scelgo i vestiti e sento che si sta dirigendo in bagno: da questo momento ha inizio la sua giornata. 35/40 minuti per vestirsi, lavarsi e fare colazione, poi subito a scuola a passo veloce.

E’ in prima elementare, dopo tre anni in una scuola in cui disegnava, cantava, leggeva e correva (la normale scuola materna italiana), si trova in una scuola in cui, per nessuna ragione davvero chiara, deve stare seduto tutto il tempo dietro un banco. Il sistema scolastico italiano ha qualcosa di inspiegabile che tende irrimediabilmente ad affossare l’estro dei nostri bambini, non è una questione di insegnanti, che sempre più si immolano dietro le cattedre, ma di rinnovamento del metodo, ma questa è un’altra storia, molto più grande di questo mini blog, torniamo a noi :)!

Visto lo svolgimento frenetico delle nostre vite, credo sia necessario avere del tempo per non far nulla e concederlo ai nostri bambini. Del tempo per perdersi nelle fantasie, per immaginare. Delle recenti ricerche in neuroscienze affermano che ‘quando si sarebbe assorti a fissare qualcosa il cervello starebbe lavorando alacremente a nuove idee che miglioreranno la vita‘ (Pierre Magistretti per Wired Italia- settembre 2011).

E’ proprio così per noi adulti ed in un certo senso anche per i bambini. Anche per i bambini non avere sempre tutta la vita programmata, ma il tempo per riscoprire la casa, i giochi e il fondamentale tempo per gli imprevisti è necessario!

Se avete voglia di scoprire cosa pensa il vostro piccolo, cosa gli succede durante le lunghe giornate di scuola, o anche se volete semplicemente capire come si sente, in che stato d’animo è, fate una passeggiata in giro per il quartiere, rilassatevi insieme nella cameretta chiacchierando o anche riposando, anche se non vi racconterà le sue emozioni gli starete trasmettendo un momento di relax che farà bene a tutto il corpo ed anche all’impegnatissima psiche di un bambino nel pieno della crescita che ogni giorno riceve innumerevoli, a volte troppe, informazioni da gestire.

Parlando di questo mi viene in mente il tema noia nei bambini, si dice sempre, e tutte le mamme lo provano almeno una volta sulla propria pelle, che quando un bambino si annoia diventa ingestibile, credo che bisognerebbe insegnare ai bambini anche quanto sia produttivo il dolce far nulla. E’ diverso dalla noia è, credo, il saper apprezzare la magia di ogni momento della vita, godendosi anche il meritato ozio.

Ps: per approfondire sul tema della scuola vi consiglio di interagire sul blog EquAzioni, mi sembra interessante!

Annunci

6 commenti on “La necessità di avere del tempo per non far nulla”

  1. ana ha detto:

    Cuan es cierto lo que dices Frá….

    “Non far nulla”, no es sólo una meta que lograr unos minutos cada día, si no que además invitamos a que suceda el aburrimiento, cosa que invita a multiplicar la imaginación y la creatividad…por lo tanto aburrise es sinónimo de creatividad, no?
    ¿ Qué hacíamos nosotros cuando nos aburríamos? inventar, no? crear, buscar los recursos para inventar y fantasear…

    asi que….ABURRÁMONOS UN RATO CADA DÍA!! jeje

  2. ANA BELTRA ha detto:

    Que cierto lo que cuentas Frá…

    Non far nulla, invita a que suceda el aburrimiento, cosa que invita, a su vez, a la creatividad, a la imaginación, a la fantasía….

    asi que… ABURRÁMONOS UN POCO CADA DÍA!!

  3. Francesca ha detto:

    … :) io ci sto provando da tempo e funzionaaaaaa. Txs Ana :*

  4. Monica Matrioska Mariani ha detto:

    L’ho trovato cara…e ora leggo…e m’imbatto nell’ozio, nella noia, nel rilassarsi di cui parli e parlavamo oggi pomeriggio..Ho sempre benedetto i momenti pigri oziosi e vuoti…come ho benedetto le volte che Simone e Camilla mi dicevano “mamma mi annoio” di tutta risposta…”annoiati pure” e poi mi divertivo a guardarli cercare nelle loro testoline come cosa fare di quella noa..con divieto tenero anche non troppo di tv e giochi elettronici…nella noia li ho visti inventare i loro migliori giochi …

  5. Francesca ha detto:

    L’ho vista Camilla :), era un amore “annoiata” stesa sulla sua mamma. Impagabile momento d’affetto e serenità!

  6. […] il tempo non è un gran chè, lui è uscito di scuola, la piccola è sveglia, perchè non andare a poltrire tra i libri? Non c’è niente di meglio che farsi un giro in biblioteca! Noi ci passiamo ore, […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...